Dieta-parte due

Tempo fa mi è capitato di vedere in coda a un servizio, un pezzo di filmato in cui venivano mostrate al microscopio cellule di topi chemioterapizzati nutriti normalmente a confronto del gruppo di controllo nutrito in base agli esperimenti di un ricercatore dal cognome italiano.
Nel primo si vedevano cellule sane e cellule cancerose che fiorivano in modo uguale.
Nel secondo si vedevano cellule sane che fiorivano e quelle cancerose che avvizzivano fino a morire.
Ah, pero! Interessante, mi sono detta. Non avevo molto tempo e ho memorizzato il nome di quel ricercatore.
Alla prima occasione ho spulciato in rete, trovando frammenti di notizie tanto da comporre una specie di collage. La cosa mi attraeva, mi piaceva il principio che sta alla base.
E così ho iniziato, forte anche dell'esperienza di una figlia molto ferrata sul "mangiar sano", non fanatica, ci tengo a sottolineare.
Ho fatto il minidigiuno, in giorni in cui non lavoravo, ed è stato un po' difficile, però dura talmente poco che dai si può fare. Aiuto psicologico: pensare ai milioni di persone che soffrono la fame ogni giorno e non per loro volontà (non è retorica)
Poi ho iniziato a sperimentare la dieta vera e propria e, a tutt'oggi, seguo quel regime con grande soddisfazione. Se sgarro per via di eventi sociali, non è un problema.

Vantaggi
ammesse tutte le verdure
ammessa tutta la frutta
bassissimo costo 
diminuzione del peso in eccesso lenta ma costante
non presenza di cute "pendula" 
consigliata a molte persone, chi l'ha seguita è contento e ha rivoluzionato il suo modo di vedere il cibo oltre a rimettersi capi di vent'anni fa chè tanto la moda gira

Svantaggi
disuabituarsi a proteine animali e a qualche piatto tipicamente mediterraneo (però, come scrivevo, se sgarri anche tre volte al mese non succede niente)
NON viene menzionata abbastanza  l'importanza dell'assunzione di liquidi (acqua), come nella Lemme che invece insiste su questo punto.

Sono stata molto sintetica per questioni di tempo, ma questo regime mi sento proprio di consigliarlo, come consiglio vivamente questo libro uscito da poco, per chi vuole saperne di più e aiutare nel frattempo la ricerca.
Come sempre in presenza di patologie, consultare il proprio medico
La Dieta Longo 

Diete e diete-parte prima

Intanto mi scuso per quei pochi che mi seguono, visto che in questo periodo sono latitante per vari motivi. I due mesi all'estero e altri ostacoli mi costringono a correre per onorare il mio Creed#2 che anche se non sapete cos'è o fate finta di ignorarlo, esiste e richiede tutte le mie energie per dovere verso i miei 4 gattini (vedi Manzoni...)
Poi scopro che Fb ti ruba un sacco di tempo, è una droga, ci entri e non ne esci più. Visto che mi rifiuto di andare in giro collegata con l'android , uso solo quello di casa e, francamente, mi va bene così.Anche questa è una dieta.

Bene, volevo dire due parole su due diete o, meglio, regimi alimentari.
Vi sarà capitato di sentire o vedere il famigerato Lemme. Al di là dell'antipatia istintiva che suscita (anche Sgarbi è antipatico a molti, ma è un ottimo critico d'arte), al di là della sua accademia e dei suoi cadetti (perchè nel nostro piccolo mondo ditemi  non ci sono i fan-atici, a cominciare...? Ok mi censuro), ecco tralasciando la forma, andiamo alla sostanza.

Non serve andare nello studio di Lemme nè spendere in consulti e controlli. Il regime si basa sul principio del cibo come farmaco, sul metabolismo e sull'evitare assolutamente certi elementi.
Colazione prima delle 8, pranzo tra le 12 e le 13, 30, cena tra le 18, 30 e 19.
E' un regime molto duro perchè siamo abituati a un certo tipo di alimentazione.
Prevede due giorni di menù uguali, poi altri due uguali e così via.
Niente spuntini, ci sono dei suggerimenti per evitare il senso di fame.
Dopo la seconda gravidanza l'ho fatto, avvertendo la mia famiglia di non stupirsi di nulla.
In tre mesi ho buttato giù 7 chili che non sono tornati.
Esami del sangue, visto che posso farmeli da sola, ogni settimana ok.
C'è da dire che non ho problemi di salute.
Una volta smessa ti restano certe buone abitudini.

Contro: è talmente fuori dalla nostra idea di pranzo e cena  che ti prendono per pazzo, ma chissenefrega. 
Devi essere costantemente sotto controllo medico.
E' impegnativa perchè ogni due giorni ti devi procurare gli alimenti.
E' costosetta per via del prezzo di alcuni alimenti
Ti lascia delle sacche di pelle "pendule" (a me non è successo, ma se dimagrisci di 15/20 kili sì)

Ora, io vorrei che si smettesse di giudicare qaualcosa perchè la fa uno antipatico o perchè va contro gli interessi di certe caste.

Sono stata breve e ho espresso la mia opinione e la mia esperienza. A presto per un altro regime alimentare.

#Ioscrivoalternativo

Let me pls introduce myself... Trattasi di vicenda la cui anteprima NON rende l'idea dell'intero romanzo.Dicono che l'incipit deve catturare,purtroppo non scrivo pensando a regole di marketing, non do peso a cover, sinossi e incipit. La sostanza sta nel mezzo, come quei buoni ripieni che le nostre nonne mettevano nella gallina (o era il pollo?) Così datemi un attimo di attenzione e poi, accidenti,leggetevi l'intero romanzo adatto anche ai signori uomini che amano le vicende un po' intricate. Chiedo venia per la storia d'amore che fa da fil rouge. 
1,99 e in ku massima diffusione agire in tempi brevi 
Passo e chiudo.

#Occhio al post#ioleggoalternativo

Esplorare nuovi Paesi restando sdraiati in divano, un titolo intrigante e qualche raccontino, tutto FREE. Venite a scoprirli!

 

E infine... fate qualcosa anche voi e scoprite...
L'enigma delle scarpe rosse