Scrivere diversaMente, ma è quello che la gente vuole davvero? Per mia fortuna, alcuni ...

Nel mio Mondo

  
Si tratta di un romance-non romance con le tinte del giallo, perché un morto c'è, ma non è il punto centrale di questo lavoro.
Il libro parte in modo un po' teatrale a mo' di feulleton, ma credo sia funzionale alla trama.
Poi assistiamo agli scontri tra emozioni divergenti.
Laureen è caduta, se così si può dire dalle stelle alle stalle, per Miguel o Mikhael è accaduto l'inverso.
Lei, nel tentativo di salvare la fabbrica di mobili lasciata dal padre, scrive al proprietario della Multinazionale che vuole rilevare terreno e immobili per costruire un ipermercato.
Per farla breve i due s'incontrano e, contrariamente al cliché prima-ti-odio-poi-ti-amo, si piacciono subito.
In verità lottano pochissimo contro questo sentimento, arrivando ad abbozzare un futuro insieme.
I dialoghi tra i due e certi fraintendimenti sono godibili e tolgono la patina di "drammone".
Inseriti nella storia principale troviamo frammenti del passato da cui traggono origine i fatti e sentimenti della vicenda presente.

La storia è di largo respiro, con uno svolgimento più complesso e un finale per niente scontato.

Scritto in modo più che corretto, senza congiuntivi al posto sbagliato. Consiglio di leggerlo.



 MOLTO PIACEVOLE COME LETTURA..SONO RIMASTA CATTURATA DALLA COMBINAZIONE TRA STORIA ROMANTCA E ACCENNI DI GIALLO...IN ATTESA DEL CONTINUO CHE SPERO NON TARDI AD ARRIVARE PERCHè LA MIA CURIOSITà GALOPPA..NON POSSO CHE CONSIGLIARLO...


 ----Mi ha subito catturato la storia di Laureen e Miguel. Lui è da urlo e lei è una donne forte che in memoria del padre cerca di proteggere con le unghie la proprietà di famiglia.
Con mia sorpresa subito dopo le prime pagine, che scorrono fluenti nella storia e nei personaggi ho capito che non era la solita storia!
Non nascondo che la descrizione approfondita anche degli altri personaggi che ruotano intorno a Miguel e Laureen a tratti l'ho trovata lenta ma solo perché forse non vedevo l'ora di leggere di come proseguiva la storia dei due innamorati... Purtroppo la storia rimane con tanti sospesi perché mi auguro che arrivi il seguito.....presto!! Complimenti Keihra!
Dimenticavo 4 stelle perché il prossimo sarà da 5, dopo la mia critica!

Non ho più tasche.

Non so più dove mettere ciò che finora ho conservato.
Il tuo veleno, la tua indifferenza, la tua supponenza. Eh già, perchè hai sempre ragione tu, e se ti sbagli, te ne dimentichi.
Mai un dubbio sul fatto che potessi sbagliare anche tu. Mai un dubbio che rispondere a 4 righe con una parola, sia una ferita che infliggi.

E dico anche a te, che ancora non capisci che quello di cui mi hai derubato, me lo sono ripreso nell'unico modo che potevi, forse, capire.

Non ho più tasche per reggere questi tempi,di falsa cultura monotematica.
Comincio ad avanzare dubbi sulla reale intelligenza femminile.

Compatisco questa generazione con miti musicali di cui non rimarrà nulla.Con la testa piena di pagliacci che ridono di loro

Non reggo più la distinzione tra morti giusti e morti sbagliati.

Poi se scavi in fondo, scopri che alla fine non è amore, non è ideale, non è convinzione... è solo e sempre questione di un pugno di dollari.

Metto Jako, non ne andavo pazza, ma questa rende la desolazione- Ah, e scusate se ho scritto dieci righe sull'Amazzonia in un erotico.

 



Let's drink to the hard working people

La nuova frontiera della Narrativa italiana adatto a uomini e donne!

 Let's drink to the hard working people
Let's drink to the lowly of birth
Raise your glass to the good and the evil
Let's drink to the salt of the earth

Say a prayer for the common foot soldier
Spare a thought for his back breaking work
Say a prayer for his wife and his children
Who burn the fires and who still till the earth

And when I search a faceless crowd
A swirling mass of gray and black and white
They don't look real to me
In fact, they look so strange

Raise your glass to the hard working people
Let's drink to the uncounted heads
Let's think of the wavering millions
Who need leading but get gamblers instead

Spare a thought for the stay-at-home voter
His empty eyes gaze at strange beauty shows
And a parade of the gray suited grafters
A choice of cancer or polio

And when I look in the faceless crowd
A swirling mass of grays and black and white
They don't look real to me
Or don't they look so strange

Let's drink to the hard working people
Let's think of the lowly of birth
Spare a thought for the rag taggy people
Let's drink to the salt of the earth

Let's drink to the hard working people
Let's drink to the salt of the earth
Let's drink to the two thousand million
Let's think of the humble of birth






Non compratelo!

Prima di tutto ringrazio chi mi ha letto e mi ha scritto privatamente. Li ringrazio di cuore.

Poi vi volevo dire che domani per 5 giorni c'è un assaggino del secondo volume. Titolo "L'Oceano tra noi"

Non essendo capace di metterlo gratuito per sempre, ho dovuto mettere il prezzo.

Grazie ancora!


Solo grazie!






Aggiungi didascalia
Non so che dire. Buongustai!!!!:)))))))

Io sono diversa...e non lo faccio apposta

Un po' di autobiografia, su!

Devo ancora capire bene chi sono e dove vado.

Sono nata al Nord , ma ho un carattere sanguigno e irruento.Molto indisciplinata, molto insofferente verso le regole e le omologazioni.

Ho fatto di tutto: l'archeologa, la barista, la cuoca, la donna del "boss", in senso buono, la dj, la dama di compagnia (no badante, proprio ddc)....e altro che non è il caso.

Pur avendo occhi verdi e capelli biondo scuri, mi sento più emarginata di Balo nelle sue lagne.
Non riesco ad omologarmi. Un attimo, non sono un'asociale, solo che non ho lo spirito della gregaria, della fan. Io ci provo, ma non riesco a integrarmi in certi gruppi, parlo del virtuale.
Nella vita reale sono una leader, una creativa all'ennesima potenza, che inizia un sacco di cose poi si stanca. Salvo dopo lamentarsi perchè mi hanno scippato le idee.

Non sono single, ho avuto tante belle storie. E sono mamma per caso, cioè non ho programmato un bel nulla. Ma che bello! Credetemi i figli così vengono splendidamente,

Al liceo dicevano che ero strana. Anni dopo un collega a un congresso, si trovò nella mia città natale.Ero ancora "quella strana"....Emigrante per amore, mi hanno appiccicato l'etichetta di aristocratica perchè parlavo in grammatica. Io non conoscevo il loro dialetto e loro non potevano conoscere la mia lingua.

Credo nell'amicizia non-appiccicosa
Sto da dio sola e pure in compagnia.
Ho un lavoro impegnativo, per cui non posso schiaffare la mia biografia sul web.
Sono pigra, mia sorella dice che faccio la vittima. In pratica ha una sorella figlia unica.
Perchè scrivo? Perchè è una cosa che so fare, scrivo per trasmettere.
Sono una tipa tollerante , perdono facilmente, i rancori sono perdite di tempo. Dicevo: il virtuale...Gruppi, gruppetti, non li reggo più. 
Santo cielo: le mie ragazze hanno quell'età e non le ho mai sentite sospirare per un attore, un cantante, un personaggio di carta. Non le ho mai sentite bramare per le Loubutin o altro. Eppure hanno un ottimo senso estetico e si vestono molto trendy.Sono giovani, ma non sono oche.

Ecco, mi stavo perdendo.
Cosa può interessare alla gente di chi è il braccio attaccato alla mano che scrive?

Ah sì! Questo è il mio blog e dovrei promuovermi, ora non ne ho voglia.
Avevo lanciato un'iniziativa su FB : invece che bombardare la gente coi nostri/vostri libri, spieghiamo perchè altri dovrebbero leggere.Blowin' in the wind.

Non so come chiudere, io adoro le chiuse, ma proprio non mi viene.

Magari un invito? Ascoltare le parole di questa canzone.
Poi ci metto lo spot, faccio fatica, ma devo rompere questa ritrosìa.